I me par tanti mati!!!!!! Però .......... tutte e Domeneghe mattina i xe in tanti........


 

Correre per dimagrire

 

L’intento di questo articolo è di avvicinare le persone alla CORSA.

 

 

Per convincerVi a correre ricorreremo ad un argomento molto valido, anche se poco “corretto“, perché colpisce direttamente l’orgoglio della persona: “” IL PESO “”.

 

 Abbiamo qualche chilo di troppo? I pantaloni dell’anno scorso non si allacciano più? Cominciano ad apparire i primi rotolini ( ….ROTOLONI …. ) di grasso?

 

Bene, è giunto il momento di cominciare a correre, un efficacissimo modo di dimagrire guadagnando anche in salute.

 

Per perdere qualche Kilo si può lavorare sul tessuto adiposo (grassi). Con l’alimentazione, introduciamo nell’organismo vari principi nutritivi che, se in eccesso, non vengono utilizzati e vanno a costituire i depositi di grassi. Queste riserve vengono utilizzate nei momenti di difficoltà alimentare. Ma difficilmente ai nostri giorni ci troviamo in una situazione così critica. Vi assicuriamo comunque che anche chi corre quattro, cinque volte alla settimana un paio di Kili in più se li porta dietro: ma solo un paio però, e ci si sente meglio.

 

Sentirsi apostrofare “ grassi “, và a colpire nel profondo del nostro orgoglio. Ed è questo che ci spingerà a correre anche con il brutto tempo, perché il detto dice: “ chi si ferma è perduto “.

 

Per iniziare ci vuole decisione. Prendete un calendario e cominciate a segnare il giorno in cui iniziate, poi indicate anche i giorni in cui intendete allenarvi. La corsa deve essere praticata con costanza e regolarità per essere efficace. Le prime volte che  andrete a correre cominciate ( vedere schema sottostante ) con pochi minuti ed aumentate la durata dell’esercizio con il passare delle settimane. Buona regola è iniziare con una fase di riscaldamento, eseguendo anche degli esercizi ( torsioni del busto a dx e a sx, flessioni laterali del busto dx e sx, circonduzioni del bacino ). I movimenti devono essere sempre controllati e mai eccessivi ( non si deve sentire alcun male ). Dopo questi esercizi cominciate a camminare ( alcuni minuti ) dapprima a ritmo tranquillo, quindi più velocemente, ed a questo punto potrete iniziare a correre. Per quanto riguarda l’andatura da tenere durante il tratto di corsa, l’impegno fisico deve essere molto controllato, senza un grosso affanno respiratorio. Cioè correre e parlare con il vostro compagno senza difficoltà. Quando lo sforzo diventa troppo elevato (anche se state correndo da pochi secondi), rallentate e camminate. Riprendete solo quando  vi sentite d’aver recuperato la fatica. Con il passare delle settimane, e ce ne vogliono circa dieci, vi sentirete molto meno stanchi e soprattutto molto meglio. Le scarpe vanno acquistate nei negozi specializzati, in base alle proprie caratteristiche ed esigenze; l’abbigliamento va indossato in funzione della stagione, ma la regola più importante è di non coprirsi troppo sin dall’inizio  (soprattutto d’inverno ) perché dopo qualche minuto di corsa la temperatura corporea aumenterà di qualche grado. E quando piove? Un berretto e un K-way; oppure studiatevi un buon libro di Stretching e mettete in pratica gli insegnamenti, anche quando piove.

 

ATTENZIONE! Prima di interpretare l’attività sarebbe opportuno eseguire una bella visita medico sportiva in un centro abilitato.

 

Buon inizio e ……………… Il Gruppo Podisti Bancarella Vi aspetta!!!!!


template joomlatemplate joomla gratis
2021  Gruppo Podistico Bancarella